Whistleblowing

Per tutelare il dipendente che segnala gli illeciti e garantire quindi l’efficacia del processo di segnalazione, secondo l’ANAC il sistema di gestione delle segnalazioni deve essere capace di:
1. gestire le segnalazioni in modo trasparente attraverso un i t e r procedurale definito e comunicato all’esterno con termini certi per l’avvio e la conclusione dell’istruttoria;
2. tutelare la riservatezza dell’identità del dipendente che effettua la segnalazione;
3. tutelare il soggetto che gestisce le segnalazioni da pressioni e discriminazioni, dirette e indirette;
4. tutelare la riservatezza del contenuto della segnalazione nonché l ‘identità di eventuali soggetti segnalati;
5. consentire al segnalante, attraverso appositi strumenti informatici, di verificare lo stato di avanzamento dell’istruttoria.
6. identificare correttamente il segnalante acquisendone, oltre all’identità, anche la qualifica e il ruolo;
7. separare i dati identificativi del segnalante dal contenuto della segnalazione, prevedendo l’adozione di codici sostitutivi dei dati identificativi, in modo che la segnalazione possa essere processata in modalità anonima e rendere possibile la successiva associazione della segnalazione con l ‘identità del segnalante nei soli casi in cui ciò sia strettamente necessario;
8. non permettere di risalire all’ identità del segnalante se non nell’eventuale procedimento disciplinare a carico del segnalato: ciò a motivo del fatto, già ricordato, che l’identità del segnalante non può essere rivelata senza il suo consenso
9. mantenere riservato, per quanto possibile, anche in riferimento alle esigenze istruttorie, il contenuto della segnalazione durante l’intera fase di gestione della stessa.
10. Il sistema, oltre a tenere traccia delle operazioni eseguite, dovrà offrire idonee garanzie a tutela della riservatezza, integrità e disponibilità dei dati e delle informazioni che attraverso questo verranno acquisiti, elaborati e comunicati secondo la procedura di gestione delle segnalazioni opportunamente stabilita dall’amministrazione.

In base alla nuova normativa in materia e su indicazioni dell’ANAC il Comune ha attivato un sistema che risponde puntualmente a tutti i requisiti indicati dall’ANAC nelle Linee Guida.

Pertanto sul sito del Comune nella sezione:
“Amministrazione trasparente” – “Altri contenuti” – “Prevenzione della corruzione”

Al fine di segnalare, sotto la propria responsabilità, eventuali casi documentati di cui si viene a conoscenza in materia di corruzione, ogni dipendente può accedere al sistema utilizzando questo link

https://wb.anticorruzioneintelligente.it/anticorruzione/index.php?codice=JYAEBA&dipendente=1

inserendo il codice unico 15962

Il Segretario Comunale
Responsabile prevenzione della corruzione
Dott.ssa Luisa Silvestri